Come armonizzare il tuo viso con il make up? La tecnica dei chiaro scuri spiegata da Diego Mognon di

MAKE UP, UNO STRUMENTO STRAORDINARIO

Quando chiedo ad una donna se conosce le caratteristiche del proprio viso ed in che modo riesce a valorizzarlo attraverso il make up, molto spesso ricevo più o meno una risposta simile a questa: “Ehhhmm..no” seguita da un’espressione che racconta molto la prima visione di un alieno.

Magari stai pensando che anche per te è così. Magari ti ci rivedi in questa modalità. O magari no.

Tutto questo è abbastanza consueto. Ed è stato il motore che mi ha spinto a studiare e comprendere a fondo il viso ed ogni sua parte.

Mi sono reso conto che molte donne imparano a truccarsi osservando l’amica, la mamma, la figlia, la zia o, per le più tecnologiche, i tutorial.

Ma tutte queste donne hanno visi diversi, esigenze diverse, stili diversi.

Perciò, come possono utilizzare il make up allo stesso modo?

Come possono ottenere risultati soddisfacenti partendo da basi diverse e utilizzando le stesse tecniche?

La cosa che accomuna queste donne è la mancanza di consapevolezza del proprio viso, del proprio lineamento.

Questi due aspetti sono sostanziali per comprendere quali azioni applicare e arrivare così a valorizzare la propria immagine attraverso il make up ottenendo così un risultato di tutto rispetto.

Innanzitutto è bene osservare il viso sotto due aspetti primari.

Il primo sono le proporzioni. Il secondo sono i lineamenti.

Per proporzioni si intende il rapporto che il viso deve avere tra altezza e larghezza. Quindi per valutare l’altezza è utile osservare tra la punta del mento e l’attaccatura dei capelli nella fronte. Per valutare la larghezza invece da zigomo a zigomo. Il loro rapporto equilibrato deve essere tre a due a favore dell’altezza del viso.

Per lineamenti invece si intendono le forme del viso (mandibola, zigomo, fronte, mento, naso). Nello specifico ne osserviamo due tipologie: lineamenti morbidi, cioè tutti quelli che presentano rotondità e dolcezza. Lineamenti rigidi, ovvero tutti quelli che presentano angoli e geometrie.

Una volta analizzato il volto da queste due prospettive, si può passare ad osservare la forma.

Le forme del viso sono molteplici. Ma la cosa che può risultare più complicata da analizzare è l’intreccio di forme che può presentare un volto.

Mi spiego meglio. Possiamo avere un viso che presenta forme quadrate (fronte alta e larga) e allo stesso tempo una forma triangolare sulla parte inferiore (mento allungato).

Non per forza questi aspetti devono essere evidenti. L’importante è saperli riconoscere per poterli armonizzare.

Come si fa ad armonizzare le proporzioni ed i lineamenti?

Per armonizzazione si intende riportare la forma del viso ad uno stato di equilibrio.

E qual è lo stato di equilibrio? L’equilibrio nel volto è rappresentato dalla forma ovale. In essa ci sono le giuste proporzioni tra altezza e larghezza.

Per ottenere armonia ed equilibrio la via da seguire è molto semplice. Innanzitutto hai necessità di fornirti di due tonalità di colore. Una chiara (beige, avorio, opaco) e una scura (brown).

La tonalità chiara la utilizzi con il pennello in tutte le aree che vuoi ingrandire, allargare.

La tonalità scura la utilizzi con il pennello in tutte le aree che vuoi ridimensionare.

Ti faccio un esempio.

Naso sottile e allungato. Obiettivo: renderlo più largo e morbido.

Cosa fare? Per la legge dei colori chiari e scuri che ti ho illustrato poche righe più su, userai il colore scuro in modo delicato sul dorso del naso e sulla punta (se lo vorrai “accorciare”). Mentre userai in modo delicato il colore chiaro sui lati del naso.

Se farai un buon lavoro di sfumatura utilizzando poco prodotto per volta, ciò che sarai in grado di ottenere sarà proprio un naso meno sottile e allungato a favore di un nasetto più morbido, più allargato.

Ora che conosci il gioco dei chiaro scuri, non ti resta che sbizzarrirti nel valorizzare il tuo lineamento.

Buon make up.

Diego Mognon

Post in evidenza
Post recenti